OTELLO FABRI pittore e incisore (1919-2001)

"Vorrei che le mie opere non morissero come non muoiono i grandi pensieri"

Eventi per il centenario della nascita di Otello Fabri

12 ottobre 2019

Al Centro Internazionale della Grafica di Venezia/Venezia Viva - Atelier aperto

Conferenza, mostra, monografia e ristampa postuma di una incisione

16 novembre 2019

All'Accademia Rousseau - Istituto superiore di Cultura - Terni

Conferenza, mostra, intitolazione a Otello Fabri della sala Atelier

Videogalley del centenario

In Evidenza

"Archivio" n. 9/2019

Rivista d'arte e cultura

"Grafica d'arte" n. 119/2019

Rivista di storia dell'incisione antica e moderna e storia del disegno

"Archivio" n. 10/2019

Rivista d'arte e cultura

Il pittore

Il suo lungo itinerario artistico, che si svolge nel segno della ricchezza e della coerenza estetica, formale e tematica, affonda le radici nelle prime esperienze che compie da giovanissimo, quando collabora con il padre alla realizzazione di stucchi per mondanature architettoniche, prima a Terni, poi, negli anni precedenti la guerra, a Roma, in una bottega di formatori e stuccatori, forte di un "mestiere" che aveva i suoi presupposti nel cosiddetto "disegno ornato".

L'incisore

Il corpus dell'opera incisoria di Otello Fabri (...) ricca di 189 titoli è da considerarsi senz'altro cospicua. Tanto più che un buon numero di essi comprende due e persino tre stati, con variazioni talvolta notevoli dall'uno all'altro, per cui potrebbero essere computati partitamente come se provenissero da matrici distinte (...). Per apprezzare la portata del corpus, bisogna inoltre tenere presente che si tratta di lastre per lo più impegnative, eseguite con una visione della forma grafica e una definizione visiva non certo compendiarie (...).

Mostre personali

Mostre collettive

Pubblicazioni

Bibliografia essenziale

CONTATTI: fabrifranco1@gmail.com

Categorie

Articoli recenti