Notizie

Anno del centenario: tutte le iniziative

Il 2019 è stato l'anno del centenario della nascita di Otello Fabri. Un anno indimenticabile per la memoria dell’artista ternano che è stato ricordato con numerose iniziative sia editoriali che culturali e artistiche.

Centenario della nascita nel segno di Venezia

Il "Centro Internazionale della Grafica" di Venezia e la Galleria "Venezia Viva - Atelier Aperto" hanno ricordato il 12 ottobre 2019, nella città lagunare, il centenario della nascita dell'artista ternano con varie iniziative.

Accademia Rousseau: omaggio a Otello Fabri

Tre in uno. L’Accademia Rousseau di Terni, Istituto di cultura superiore, ha organizzato tre iniziative per ricordare l’artista ternano Otello Fabri in occasione del centenario della nascita. Il pittore e incisore ternano è stato celebrato con una conferenza, una mostra e l’intitolazione della sala Atelier.

Settantaquattro incisioni di Otello Fabri acquisite nella “Raccolta delle stampe Adalberto Sartori” di Mantova
Dieci incisioni di Otello Fabri acquisite al Museo Civico delle Cappuccine – Gabinetto delle Stampe – Bagnacavallo (Ravenna)

Fabri in "Acquerellisti italiani. Repertorio degli acquarellisti attivi in Italia nel XX e XI secolo"

Due pagine dedicate all’artista ternano Otello Fabri nel volume “Acquerellisti italiani. Repertorio degli acquerellisti attivi in Italia nel XX e XXI secolo” (Archivio Sartori Editore, Mn – novembre 2019). E' stato presentato a Mantova il 16 febbraio 2020

Otello Fabri su Panorama dell’arte contemporanea in Italia 2019

L’opera dell’artista Otello Fabri è inserita nel volume “Panorama dell’arte contemporanea in Italia 2019” a cura di Giorgio Di Genova, Enzo Le Pera, Maurizio Vitiello (Rubbettino Editore, Catanzaro –agosto 2019). La pubblicazione dedica due pagine all’artista nella sezione “Artisti da non dimenticare”.

Fabri nel Catalogo Sartori d'Arte Moderna e Contemporanea 2019

L’artista Otello Fabri (1919-2001) nel “Catalogo Sartori d’Arte Moderna e Contemporanea 2019”. Le opere dell’artista ternano, scomparso 17 anni fa, sono sempre oggetto di considerazione nel mondo dell’arte, ciò a significare che la sua figura di artista è ancora viva e molto apprezzata.

Fabri in “Percorsi d’arte in Italia – 2018: artisti da non dimenticare''

L’artista ternano Otello Fabri (Terni 1919-2001) inserito in “Percorsi d’arte in Italia – 2018” nella sezione “Artisti da non dimenticare”. Pubblicato lo scorso mese di settembre da Rubbettino Editore, come scrive Enzo Le Pera uno dei curatori, è la quinta ed ultima edizione del volume

"Paesaggio" di Fabri alla rassegna nazionale "L'arte tra paesaggi e periferie"

OTELLO FABRI (1919-2001) alla rassegna nazionale “L’Arte tra paesaggi e periferie” con il dipinto “Paesaggio” presso la “Casa Museo Sartori” di Castel D’Ario (Mn) marzo/aprile 2018

Otello Fabri, maneggio

"Maneggio" di Fabri alla rassegna nazionale "Animalia, natura&arte"

Un dipinto di Otello Fabri, un olio su tela 50 per 60 centimetri, “Maneggio”, è in mostra nella Casa Museo Sartori insieme alle opere di altri 98 artisti provenienti da tutt’Italia. La mostra vuole essere un omaggio agli animali.

Un'opera di Fabri in esposizione in Prefettura a Terni

Il prefetto di Terni, Angela Pagliuca, ha scelto un quadro di Otello Fabri da esporre nelle sale di rappresentanza della prefettura. E’ stato chiesto in prestito temporaneo dal Comune l’olio “Lontano ricordo di una grande nevicata a Terni”.

Otello Fabri nel “Catalogo Sartori d’Arte Moderna e Contemporanea 2017”

Otello Fabri nel pregevole “Catalogo Sartori d’Arte Moderna e Contemporanea 2017”, curato da Arianna Sartori, Archivio Sartori Editore, Mantova. Nel catalogo, pubblicato in questi giorni, una pagina dedicata all’artista ternano scomparso nel dicembre 2001.

"Tagina" di Fabri al “20×20” Progetto per un Museo

“TAGINA”, un olio su formella di ceramica (della Tagina di Gualdo Tadino, da cui il titolo) di Fabri fa parte di “20 x 20” Progetto per un Museo

Fabri alla rassegna nazionale "Di fiore in fiore"

Otello Fabri alla mostra nazionale “DI FIORE IN FIORE” – Casa Museo Sartori, Castel D’Ario (Mantova) dal 6 marzo al 10 aprile 2016

Monografia di Fabri in "Incisori Moderni e Contemporanei" 2015

La monografia illustrata di Otello Fabri (a cura di Nicola Micieli) è inserita nel libro quarto degli “Incisori Moderni e Contemporanei” 2015 a cura di Arianna Sartori

Due opere di Fabri a un convegno internazionale sull'energia al PalaSì di Terni

“In ogni opera di Otello Fabri si cela l’amore per il Creato”

cit. Claudio Pace

’Expo 2015 parla un po’ anche ternano. Il sito internet di Padiglione Italia Expo 2015 pubblica un quadro dell’artista Otello Fabri. Nella pagina “iniziative”, sezione patrocini, si trova infatti un particolare dell’olio che sarà esposto a Castel D’Ario, in provincia di Mantova, proprio in occasione di Expo.La sua “Natura morta“, 1968 c.a., olio su tela su compensato,  sarà in mostra  dal 19 aprile al 31 maggio presso la Casa Museo Sartori di Castel D’Ario. 

Expo 2015: un’opera di Fabri alla rassegna nazionale “L’arte Italiana dalla terra alla tavola

Un’opera di Otello Fabri è stata esposta alla mostra nazionale in occasione di Expo 2015 “L’arte italiana dalla terra alla tavola – rassegna di dipinti e sculture dal ‘900 ad oggi” (Casa Museo Sartori – Castal d’Ario, Mantova) 19 aprile – 31 maggio 2015

Ricordo di Otello Fabri su “Archivio” di gennaio 2015

Opere di Fabri a Norcia per “Una mostra, un restauro” di maestri contemporanei 2014

Si è svolta con successo, a Norcia, la XXII MOSTRA NAZIONALE DI GRAFICA DI MAESTRI CONTEMPORANEI. Otello Fabri era presente con 7 incisioni e un acquarello. La mostra, a cura dell’Associazione civica “Una mostra un restauro” allestita nella Chiesa di S. Agostino, inaugurata il 19 luglio, si è conclusa il 7 settembre.   

Incisioni di Fabri, acquisite dal Museo Fattori, in mostra a “Il Novecento, opere su carta” al museo livornese

E’ stata inaugurata il 17 aprile 2014 agli ex Granai di Villa Mimbelli di Livorno, sede del Museo civico Giovanni Fattori, la mostra “Il Novecento, opere su carta”.  Otello Fabri è presente con due acqueforti (A le campane de San Franciscu e Cantamaggiu) facenti parte di una cartella di cinque incisioni, tutte ispirate a poesie del poeta dialettale ternano, Furio Miselli. 

EVENTI PER INTITOLAZIONE LARGO OTELLO FABRI

“La luce e la grazia. Nel segno di Otello Fabri”

“La luce e la grazia. Nel segno di Otello Fabri” è il nome della conferenza che si è tenuta sabato 9 novembre 2013 a Palazzo Primavera a Terni, in occasione dell’intitolazione di Largo Otello Fabri e della mostra delle opere donate dai familiari dell’artista al Comune di Terni. 

Donate 60 opere di Otello Fabri al Comune di Terni

In occasione dell’intitolazione di Largo Otello Fabri, la famiglia dell’artista ha donato 60 opere al Comune di Terni. La relativa mostra, allestita da Franco Fabri, costituita da 4 olii, 18 acquerelli – pastelli e 38 incisioni, si è tenuta a Palazzo Primavera dal 9 novembre al 15 dicembre 2013.

Intitolato a Terni largo Otello Fabri, la cerimonia

Un largo porta a Terni il nome dell’artista Otello Fabri. La cerimonia si è svolta sabato mattina, 9 novembre 2013, nel quartiere Duomo, centro storico della città.

La Sala Convivium dell’Istess intitolata a Otello Fabri

L’Istess di Terni ha intitolato la Sala Convivium dell’istituto all’artista Otello Fabri nell’ambito degli eventi organizzati in occasione dell’intitolazione di Largo Otello Fabri. Al Cenacolo San Marco sono state anche le opere (un olio e 6 incisioni) donate dalla famiglia all’associazione.

Otello Fabri: lezione-conferenza all’Archivio di Stato

“Otello Fabri nel suo tempo” è il titolo della lezione-conferenza che i docenti del liceo artistico Metelli, Maria Laura Moroni e Paolo Stefanini, hanno tenuto all’Archivio di Stato di Terni nell’ambito degli eventi promossi in occasione dell’intitolazione di Largo Otello Fabri. 

Fabri: premiazioni del Concorso di Creatività

Si è svolta al Caffè letterario della Bibliomediateca di Terni la premiazione del “Concorso di creatività” rivolto agli studenti del liceo artistico Metelli, in ricordo del pittore e incisore Otello Fabri. Ai primi tre classificati è stata donata un’incisione dell’artista da parte dei figli di Otello Fabri. 

“Omaggio a Viviani”, 4 incisioni di Otello Fabri, acquisite dal Museo della Grafica di Pisa, nella mostra “Lasciare un segno” a Palazzo Lanfranchi

Alcune incisioni di Otello Fabri, “Omaggio a Viviani”, sono esposte al Museo della Grafica di Pisa (Palazzo Lanfranchi) nell’ambito della mostra “Lasciare un segno”. L’esposizione è visitabile fino al 27 ottobre. Il 23 ottobre 2013 è stato presentato nella stessa sede di Palazzo Lanfranchi a Pisa il catalogo.

Otello Fabri e la Cascata delle Marmore: il convegno

Mercoledì 13 febbraio 2013 alle ore 16.30, presso il “Caffè Letterario” della BCT Biblioteca Comunale Terni, Piazza della Repubblica, il Centro Studi Malfatti ha tenuto il convegno “Arte e industria nella città di San Valentino. Omaggio a Otello Fabri”. L’evento è stato dedicato alla figura del pittore ternano (1919-2001) focalizzando l’attenzione sui soggetti a lui più cari, le figure femminili e i paesaggi, in particolare quelli dei circondari della nativa Terni. 

Antologica di Otello Fabri alla Fondazione Carit

A Palazzo Montani Leoni in mostra opere dal 1960 al 2001

La Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni rende omaggio a Otello Fabri, esponente di spicco del panorama pittorico umbro del Novecento, con una mostra antologica che si terrà nelle sale espositive di Palazzo Montani Leoni a Corso Tacito, dall’11 febbraio al 31 marzo. L’esposizione offre una visione completa della produzione del pittore e incisore ternano scomparso dieci anni fa.

La mostra, infatti, guida il visitatore in un viaggio ideale attraverso un lungo percorso artistico, che ha visto Fabri originale interprete delle diverse tecniche pittoriche e grafiche: olio, pastello, acquarello, disegno, incisione xilografica e calcografica, tutte padroneggiate con grande maestria. Una intensa produzione artistica, la sua, che scalata senza stacchi dai primi anni Sessanta al 2001, lo ha fatto conoscere e apprezzare tra i maggiori pittori della sua terra, in Italia e fuori dai confini nazionali.

La mostra, che si dispiega dal 1960 al 2001, anno della morte di Fabri, conta 72 olii e 15 tra acquarelli e pastelli mentre l’attività incisoria viene ricordata attraverso alcune incisioni e relative lastre. Insieme ai soggetti più noti come i nudi e le figure femminili per lo più rappresentate in situazioni di interno o in esterni qualificati come luoghi e paesaggi, si possono ammirare dipinti dell’artista meno conosciuti ma non meno pregevoli, come i paesaggi ricorrenti nella stagione giovanile, quando non mancano attenzioni alla pittura toscana risalente a Ottone Rosai assieme alle già ricordate suggestioni romane, alcuni scorci di Terni e aperture sulla campagna umbra. Esposti anche i ritratti di tre Sindaci di Terni conservati a Palazzo Spada e l’opera collocata presso il Museo civico Villa Colleredo Mels di Recanati.

Otello Fabri nel catalogo regionale dei beni culturali dell’Umbria presentato al museo De Felice di Terni

Le opere di Otello Fabri sono presenti nel catalogo regionale dei beni culturali dell’Umbria (Electa, “Museo d’arte moderna e contemporanea Aurelio De Felice di Terni. Disegni e grafica del XX secolo”. La presentazione di ottobre 2010.

“Frammenti, Alchimia di segni e di parole”: la presentazione del volume a Cuneo

Nelle foto Franco Seculin in alcuni momenti della presentazione a Cuneo del libro “Frammenti, alchimia di segni e di parole” di Otello Fabri e Franco Seculin.

(ottobre 2009)

Otello Fabri, in mostra l'opera incisoria

Una mostra dedicata all’opera incisoria di Otello Fabri è ospitata dal 30 marzo al 15 maggio 2006 a Palazzo di Primavera. Si tratta di una rassegna completa che comprende circa 170 grafiche realizzate dall’artista nel corso della sua carriera.

Un momento dell’inaugurazione della mostra nel 2006 dell’opera incisoria di Otello Fabri ospitata a Palazzo Primavera di Terni. Nella foto Franco Fabri figlio dell’artista, Nicola Micieli docente e critico d’arte, Sonia Berrettini. all’epoca assessore alla cultura del Comune di Terni. 

La scomparsa dell'artista Otello Fabri

Fabri muore il 6 dicembre 2001, prorogata la mostra degli acquerelli e pastelli

La mostra degli acquerelli di Otello Fabri, allestita presso la Cappella di Palazzo Gazzoli a cura dell’assessorato alla cultura del Comune di Terni, è stata prorogata fino al prossimo 6 gennaio al fine di rendere omaggio al pittore scomparso lo scorso 6 dicembre.

A Palazzo Gazzoli la mostra di acquarelli e pastelli dal 1970 al 2000

Il 31 ottobre 2001 inaugurata alla Cappella di Palazzo Gazzoli la mostra degli acquerelli di Otello Fabri. Si tratta di 40 acquerelli che non sono mai stati esposti. Il catalogo della mostra è stato curata da Antonio Carlo Ponti, con la collaborazione di Mino Valeri. La mostra, visitabile fino al 16 dicembre, vuole essere una testimonianza dell’uso dell’acquerello da parte di Fabri, artista che ripercorre le tappe salienti dell’evoluzione della pittura internazionale del Novecento, citando in maniera più o meno palese, le diverse correnti artistiche che hanno fatto la storia dell’arte del secolo scorso. L’esposizione del Gazzoli va al di là della produzione tradizionale di Fabri e la rappresentazione delle sue figure di donna dal segno vagamente liberty, che animano le sue opere più note, lasciano il posto a opere che testimoniano di una ricerca attenta che l’artista ha effettuato nell’arte del suo tempo. Con questa mostra viene inaugurato anche un nuovo spazio espositivo di pregio nella Cappella di Palazzo Gazzoli. Presente all’inaugurazione anche l’assessore comunale alla cultura, Alida Nardini.